Veneto in Zona Bianca: riaperture e regole

veneto zona bianca covid-19

In Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata l’Ordinanza del Ministero della Salute che conferma da lunedì 7 giugno il passaggio del Veneto in ZONA BIANCA. Contestualmente Il Presidente della Regione Veneto ha pubblicato una ulteriore ordinanza che riassume il calendario della aperture anticipate.

Chi può riaprire dal 7 Giugno

– parchi tematici e di divertimento, anche temporanei (attività di spettacolo viaggiante, parchi avventura e centri d’intrattenimento per famiglie)

– piscine e centri natatori in impianti coperti

– centri benessere e termali

– attività dei servizi di ristorazione, svolte da qualsiasi esercizio, anche al chiuso

– fiere (comprese sagre e fiere locali), grandi manifestazioni fieristiche, congressi e convegni

– sale giochi e scommesse, sale bingo e casinò

– centri culturali, centri sociali e centri ricreativi

– discoteche e sale da ballo (limitatamente all’attività di bar e ristorazione

Saranno consentite

– feste private, anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso

– eventi sportivi aperti al pubblico che si svolgono al chiuso

– corsi di formazione in presenza

Il combinato disposto dei provvedimenti suddetti fa sì che DA LUNEDÍ 7 GIUGNO IL COPRIFUOCO VIENE ELIMINATO.

Regole importanti da osservare

COMPORTAMENTI INDIVIDUALI: tutti dovranno continuare a indossare la mascherina (eccetto da soli o seduti a tavola), lavare frequentemente le mani, mantenere il distanziamento interpersonale di 1 metro.

NUOVE LINEE GUIDA DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE: tutte le attività riaperte dovranno continuare a svolgersi nel rispetto delle linee guida delle Regioni aggiornate al 28 maggio 2021.

NUMERO MASSIMO PERSONE NEI LOCALI: il calcolo del numero massimo di persone che possono stare all’interno di un locale (negozio, ufficio, bar, ristorante, ecc.) andrà fatto solo in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi d’aria, al fine di mantenere il distanziamento interpersonale di 1 metro e di evitare aggregazioni nei percorsi di entrata e di uscita.

NUMERO MASSIMO DELLE PERSONE A TAVOLA: fino al 21 giugno il consumo al tavolo negli spazi al chiuso è consentito per le attività dei servizi di ristorazione per un massimo di sei persone per tavolo; da tale limite sono sempre esclusi i conviventi.

RICAMBIO D’ARIA: relativamente al ricambio d’aria negli ambienti interni, viene fatto obbligo di mantenere aperte porte, finestre e vetrate, a meno che le condizioni meteo o altre situazioni di necessità non lo consentano.

Utilizzare la CARTELLONISTICA OBBLIGATORIA.

CERTIFICAZIONI VERDI: in attesa di avere da luglio la possibilità di ottenere il certificato europeo direttamente su smartphone, intanto le certificazioni cartacee esistenti sono quelle che attestano l’avvenuta vaccinazione, o la guarigione dal Covid, o l’effettuazione di un tampone nelle ultime 48 ore; per ottenerle, rivolgersi al proprio medico.

FESTE E CERIMONIE: i partecipanti dovranno essere muniti di una delle certificazioni verdi sopra indicate.

AGGIORNAMENTO 09/06/2021

Pubblici esercizi -Consumo al tavolo:
• in zona bianca, all’interno dei locali degli esercizi di ristorazione, fino al 21 giugno 2021, il numero massimo di commensali che potranno sedere contemporaneamente allo stesso tavolo è pari a 6. Laddove le persone siano tutte conviventi (un unico nucleo familiare), il numero potrà essere più ampio;
• sempre in zona bianca, negli spazi all’aperto, già da ora, non è applicabile alcun limite massimo di capienza dei tavoli;
• a partire dal 22 giugno 2021, non troverà più applicazione il limite di 6 commensali allo stesso tavolo, all’interno;
• in zona gialla, rimane confermato il limite di 4 persone per tavolo (anche in questo caso derogabile solo laddove le persone siano tutte conviventi)

Pubblici esercizi – Cerimonie:
• per la gestione di pranzi/cene/momenti conviviali a seguito di cerimonie civili o religiose NON è previsto alcun obbligo di dotarsi del “covid manager”

Negozi di vendita al dettaglio:
• decade il limite di 1 persona ogni 40 mq ma permane l’obbligo di distanziamento di 1 mt. A puro titolo esemplificativo calcolare 1 persona ogni 4 mq nell’area aperta al pubblico soddisfa il requisito del distanziamento di almeno 1 metro.


Info e Assistenza

Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Rovigo

Viale del Lavoro 4 – 45100 Rovigo (RO)

tel.: 0425/403511 – 0425/403508

mail: info@ascomrovigo.it – segreteria@ascomrovigo.it

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Leggi la normativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close