Manovra: balneari esclusi per 15 anni dalla “Bolkestein”

“Raggiunta l’intesa che consente per i prossimi quindici anni di escludere dall’applicazione della direttiva Bolkestein i lavoratori del comparto balneare”.

Lo dicono in una nota congiunta i capigruppo della Lega al Senato ed alla Camera, Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari. “Grazie all’impegno della Lega, in attesa di un approfondimento definitivo, poniamo uno stop importante ad una questione annosa che destava preoccupazione in tanti lavoratori e in tante famiglie circa il futuro di un comparto fondamentale nell’economia del Paese. La nostra attenzione e’ ora rivolta al settore degli ambulanti, per i quali stiamo lavorando, cercando di inserire le loro rivendicazioni nell’emendamento presentato. Ancora una volta passiamo dalle parole ai fatti, con buonsenso e serenita’ per fare dell’Italia quel paese moderno che tutti vogliamo’.
Soddisfatto il ministro Centinaio: “Era una mia priorita’ su cui ho messo la faccia e mi sono battuto. Oggi posso finalmente dire che per il mondo balneare siamo riusciti a muovere qualcosa e portare a casa la prima vittoria. E’ stata raggiunta in Senato l’intesa che consente per i prossimi 15 anni di prorogare l’esclusione della direttiva Bolkestein al comparto balneare. Abbiamo raggiunto un primo obiettivo, fondamentale, in quanto ci consentira’ di lavorare ancora meglio per trovare una soluzione definitiva e permettera’ ai balenari di programmare le loro attivita’ e fare gli investimenti che meritano”.
Lo afferma il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio. “La partita pero’ non si chiude qui. Adesso il mio impegno e’ quello di proseguire il tavolo tecnico con le Associazioni di categoria per prevedere l’uscita totale dalla Bolkestein. E’ una questione di dignita’ e di difesa del nostro Paese. La Commissione europea dovra’ necessariamente capire le nostre istanze”.

Commenti

Commenti