Lotteria degli scontrini in avvio

AGGIORNAMENTO DEL MINISTERO

Il decreto legge mille proroghe affida la definizione della data di avvio a un provvedimento a doppia firma dei vertici dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli e dell’Agenzia delle entrate.

Slitta dunque di qualche settimana l’avvio della lotteria, già previsto per il 1° gennaio 2021: chi vende avrà così qualche settimana in più per adeguare il software dei propri registratori di cassa telematici e chi compra avrà più possibilità di partecipare alla lotteria.

Riportiamo di seguito il comunicato di Confcommercio Nazionale relativo all’avvio della “Lotteria degli Scontrini” ed al lancio dell’sito web nel quale è possibile richiedere il proprio codice partecipante.

La lotteria degli scontrini partirà dal primo gennaio 2021 ma dal primo dicembre è possibile registrarsi sul portale dedicato per ottenere il ‘codice lotteria’, che verrà abbinato agli scontrini, da mostrare al negoziante, al momento dell’acquisto con carta e bancomat. Dal primo giorno di dicembre è quindi possibile inserire il codice fiscale nella sezione ‘Partecipa ora’ del portale e memorizzare il ‘codice lotteria’, ovvero il codice alfanumerico che verrà generato in automatico e che andrà memorizzato.

Da gennaio poi si potrà presentare il codice agli esercenti che, utilizzando la trasmissione telematica degli scontrini, invieranno direttamente all’Agenzia delle Entrate i dati della giocata, in sostanza come accade già in farmacia co la tessera sanitaria: si ottiene un biglietto ‘virtuale’ ogni euro speso, con un massimo di 1000 biglietti per singolo acquisto, il tutto in digitale, quindi non sarà necessario conservare gli scontrini. Una volta fatte le estrazioni l’Agenzia delle Dogane comunicherà le vincite via Pec o raccomandata, anticipando con un sms la notizia a chi si sarà registrato lasciando anche il numero di telefono. Per partecipare bisogna solo essere maggiorenni e residenti in Italia. Sono esclusi gli acquisti online.

Le estrazioni avvengono di giovedì: nel 2021 sono previste estrazioni settimanali, a partire dal 14 gennaio (per gli scontrini registrati dal sistema lotteria dal 4 al 10) e 11 estrazioni mensili ogni secondo giovedì del mese, a partire dall’11 febbraio. La prima estrazione annuale avverrà invece all’inizio del 2022, e parteciperanno tutti gli scontrini trasmessi e registrati nel 2021. Il ‘bottino’ in questo caso sarà di 5 milioni per il consumatore e 1 milione per l’esercente. Tutte le estrazioni, infatti, con i pagamenti cashless premieranno anche i negozianti.

La suddivisione del montepremi è in via di aggiornamento, perché finora si prevedevano vincite anche per chi pagava in contanti, ma la manovra (che entra in vigore dal 1 gennaio) limita invece la partecipazione ai pagamenti elettronici.

AGGIORNAMENTO

Per gli esercenti l’adesione alla ”lotteria degli scontrini” non è obbligatoria e non sono previste sanzioni in caso di rifiuto di acquisizione del codice per partecipare alle estrazioni. Tuttavia, esiste la concreta possibilità che il cliente segnali il rifiuto dell’esercente all’Agenzia delle Entrate attraverso il “Portale Lotteria”, sia nell’area pubblica sia nell’area riservata.

È comunque obbligatorio l’aggiornamento dei registratori di cassa al nuovo tracciato e alle specifiche tecniche dell’Agenzia delle Entrate, in vigore dal 1° gennaio 2021. Ad oggi non sono previste ipotesi di ulteriori proroghe. Pertanto, si invitano gli operatori associati già dotati di Registratore Telematico a prendere contatto con i propri installatori per l’eventuale adeguamento del software come già evidenziato.

Si ricorda, infine, che:

La circolare 2/E/2020 dell’Agenzia dell’Entrate, nel fornire indicazioni circa l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi, dedica un apposito paragrafo alle regole di applicazione dello specifico credito d’imposta che viene riconosciuto agli esercenti per l’acquisto dei nuovi registratori telematici al 50% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 250 euro.

Agli esercenti con ricavi/compensi 2019 non superiori a 400.000 euro è riconosciuto un credito d’imposta nella misura del 30% delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate.

Per consultare il sito ufficiale del Governo è sufficiente CLICCARE SUL PULSANTE CHE TROVATE DI SEGUITO.



Info e Assistenza

Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Rovigo

Viale del Lavoro 4 – 45100 Rovigo (RO)

tel.: 0425/403511 – 0425/403508

mail: info@ascomrovigo.it – segreteria@ascomrovigo.it

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. Leggi la normativa

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close