“Insieme possiamo” Confcommercio trova nel Comune di Rovigo un partner attento alla sostenibilità ambientale

Il presidente di Confcommercio Rovigo Stefano Pattaro ed il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo

Confcommercio Rovigo ha trovato nel Comune della città capoluogo di Provincia un interlocutore attento ed un alleato pronto ad impegnarsi nella sfida che imprese e cittadini dovranno necessariamente vincere nei prossimi anni, quella di “fare città sostenibili e green” per una migliore qualità della vita ed una maggiore consapevolezza ambientale per la salvaguardia del territorio.

E’ quanto emerso dall’importante momento di confronto ed approfondimento promosso dall’associazione presieduta da Stefano Pattaro in collaborazione con l’Unione metropolitana di Venezia-Rovigo di Confcommercio, la Camera di Commercio ed il Comune di Rovigo presso il Salone del Grano la domenica mattina del 26 giugno 2022.

“Insieme per fare città sostenibili e green” è il messaggio lanciato da Confcommercio per trasformare la città, i suoi spazi, le sue attività.

“Abbiamo la responsabilità di agire, ora, attraverso scelte coraggiose e lungimiranti. Insieme possiamo – ha affermato il sindaco Edoardo Gaffeo – Per fare città più verdi bisogna diminuire il numero delle auto in città, investire sul trasporto pubblico, incentivare la mobilità sostenibile – ha ricordato Gaffeo – e bisogna farlo subito, anche per contrastare i cambiamenti climatici”. Con lui anche l’assessore allo sviluppo sostenibile Dina Merlo, che ha partecipato alla tavola rotonda condotta da Francesco Antonich, vice direttore dell’Unione metropolitana di Confcommercio Ve-Ro ed una rappresentanza di amministratori locali dalla provincia di Rovigo tra cui Badia Polesine e Taglio di Po.

Gaffeo ha poi parlato di energia toccando i temi delle rinnovabili e delle comunità energetiche da fotovoltaico, temi cari all’associazione dei commercianti che sul listone di Piazza Garibaldi, davanti all’ingresso della Camera di Commercio di Rovigo, ha portato all’attenzione dei cittadini le ultime realizzazioni di biciclette, muscolari ed elettriche, di Cicli Elios di Badia Polesine, in abbinata agli accessori per la sicurezza a due ruote di Bellelli, sempre di Badia, ma impegnata all’estero in una fiera di settore, e di UnoEnergy azienda che si occupa di luce, gas e rinnovabili, partner di Confcommercio nelle azioni di efficientamento utili al conseguimento del marchio Imprendigreen.

Dopo la testimonianza dell’imprenditore Giuseppe Marangoni della riqualificazione del Mulino al Pizzon di Frappa Polesine e dell’avvio dell’attività di locanda in un angolo unico di territorio polesano, dove l’Adige ed il Po idealmente si incontrano, ampio spazio è stato dedicato alla presentazione del certificato di “impresa verde” rilasciato da Confcommercio per le aziende che intraprendo un percorso virtuoso di rispetto dell’ambiente e mettono in campo buone pratiche per la sostenibilità ambientale.
Il marchio ImprendiGreen
non è solo un attestato da esibire, ma diventa un autentico lasciapassare per l’attività futura, soprattutto per quanto concerne l’accesso al credito.

Proprio durante la tavola rotonda con il vicepresidente vicario di Confcommercio Rovigo Giovanni Vianello, il direttore generale Mauro Rocchesso di Fidimpresa e Turismo Veneto, e l’assessore comunale Dina Merlo, si è affrontato, tra l’altro, il tema del credito alle imprese oltre la direttiva Basilea 2, che si limita ad una valutazione della capacità di restituzione da parte del richiedente, il cosiddetto merito creditizio, ma che invece, da un anno a questa parte, deve considerare l’impatto ambientale del finanziamento erogato.

“Si può tranquillamente affermare che i nostri istituti di credito potrebbero arrivare a negare un finanziamento ad una impresa che ha un adeguato merito creditizio qualora non ricevessero rassicurazioni sufficienti su come saranno investite quelle somme in materia di sostenibilità ambientale” ha affermato Vianello.
Leggendo la breve ed inequivocabile comunicazione di Banca d’Italia alle banche, il direttore di Fidimpresa Veneto Rocchesso ha confermato la necessità degli istituti di credito ad adeguarsi a questa urgente ed indifferibile valutazione, ovvero includere l’impatto ambientale delle azioni finanziate, auspicando che le associazioni, Confcommercio in primis, siano al fianco delle imprese in questa delicata fase di transizione.

“Gli imprenditori potranno rivolgersi direttamente alle banche che dispongono di una struttura di valutazione ambientale – ha affermato Rocchesso – saranno loro clienti due volte, la prima per la questione tecnica, la seconda volta per la questione finanziaria. Potranno rivolgersi a strutture professionali esterne e saranno clienti di due soggetti diversi, la banca e lo studio che ti accompagna nella pratica. Potranno infine rivolgersi a Confcommercio che, prima tra tutti ha affrontato il problema, ha già un marchio Imprendigreen, e che tratterà l’azienda da socia, non da cliente” ha concluso Rocchesso.

“Le banche potranno svolgere una azione di indirizzo forte in materia di sostenibilità ambientale – ha rimarcato Vianello – in quanto le domande che verranno finanziate implicitamente trovano assenso anche dal punto di vista ambientale, quindi sono da considerarsi buone pratiche, mentre quelle che verranno scartate, indipendentemente dalla capacità di restituzione del richiedente, significa che non sono utili al territorio. Salvaguardia dell’ambiente e valorizzazione del territorio devono viaggiare insieme per garantire la tutela della qualità della vita in coerenza con una visione di futuro che antepone il bene comune all’interesse del singolo” ha rimarcato Vianello.

Il presidente della Camera di Commercio Massimo Zanon ha tracciato la via da seguire: “La provincia di Rovigo è stata la Cenerentola veneta nello sviluppo del territorio dal dopoguerra in avanti. Se sapremo cogliere le opportunità di questa necessaria seconda fase di sviluppo, la cosiddetta transizione, potremo godere di uno sviluppo economico attento all’ambiente, in linea con il Green Deal, con gli obiettivi dell’Agenda 2030 in materia di sostenibilità, e sono certo che vivremo un futuro di soddisfazioni maggiori di quanto possiamo immaginare”.

L’invito per tutti è di “lavorare insieme per moltiplicare i benefici, per programmare le opportunità. Fare rete per le relazioni, ma sistema per le azioni condivise – ha ricordato il presidente di Confcommercio Rovigo Stefano Pattaro – perché le buone pratiche, anche se assunte con le migliori intenzioni, possono risultare poco efficaci nel contesto generale della comunità se rimangono isolate.

Le imprese del commercio, del turismo e dei servizi sono chiamate ad essere attori del cambiamento al fianco dell’associazione e Confcommercio Rovigo C’è, come c’è stata fino ad oggi e come ci sarà domani, al fianco dei nostri associati, a beneficio della transizione, perché insieme vogliamo fare città sostenibili e verdi, da cui il titolo dell’incontro odierno” ha concluso il presidente Stefano Pattaro.

INSIEME PER FARE CITTA’ SOSTENIBILI E GREEN ha voluto dimostrare l’impegno concreto di Confcommercio per la sostenibilità.

“Il convegno di domenica è voluto essere un momento di condivisione e di conoscenza, l’avvio di un percorso che Confcommercio vuole fare insieme alle imprese associate, alla Camera di Commercio, ai Comuni, alla Provincia, alla Regione del Veneto, ma anche ai soggetti del Sistema che possono affiancare le singole imprese per conseguire i migliori risultati – ha affermato il presidente di Confcommercio Rovigo Stefano Pattaro – una occasione per condividere iniziative ed ambiti su cui lavorare insieme ed individuare politiche ambientali sostenibili, anche economicamente, da parte delle imprese a beneficio di tutto il territorio”.

Di seguito il programma:

Insieme per fare città, sostenibili e green
LE IMPRESE DEL COMMERCIO, DEL TURISMO E DEI SERVIZI ATTORI DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA DEL TERRITORIO

Domenica 26 giugno 2022 – dalle ore 9:30 alle ore 12.30
Rovigo, Camera di Commercio I.A.A. di Venezia Rovigo – Sala del Grano

Apertura lavori: Saluti istituzionali

Stefano Pattaro Presidente Confcommercio Provincia di Rovigo

Edoardo Gaffeo Sindaco del Comune di Rovigo

Giovanni Vianello Vice presidente di Confcommercio Rovigo

Giuseppe Marangoni Albergatore della Provincia di Rovigo – testimonianza 

Conclusione della prima parte affidata a

Massimo Zanon Presidente Camera di Commercio Venezia Rovigo

Francesco Antonich presenta il Progetto Imprendigreen di Confcommercio-Imprese per l’Italia
Il contributo del terziario di mercato alla Qualità della Vita delle Città e delle sue comunità

Tavola Rotonda

Giovanni Vianello Vicepresidente Confcommercio Provincia di Rovigo

Dina Merlo Assessore Comune di Rovigo

Mauro Rocchesso Direttore Generale Fidimpresa & Turismo Veneto

Conduce e Modera Francesco Antonich vicedirettore Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia.


Per informazioni ed assistenza vi ricordiamo che i nostri uffici sono e rimangono a vostra disposizione.

Info e Assistenza

Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Rovigo

Viale del Lavoro 4 – 45100 Rovigo (RO)

tel.: 0425/403511 – 0425/403508

mail: [email protected][email protected]