Euro Rovigo 2016 – “Una sfida impegnativa, ma che soddisfazione”

L’edizione 2016 di Euro Rovigo, che quest’anno raggiunge l’undicesimo giro di boa, si è da poco conclusa e, come da undici anni a questa parte accade, Confcommercio Rovigo non può far altro che ringraziare FIVA, i commercianti ambulanti, i commercianti del centro storico di Rovigo e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita di questo evento.

Euro Rovigo, assieme alla storica fiera di Ottobre, rappresenta uno degli eventi cittadini più attesi, in grado di animare le vie del centro con migliaia di persone provenienti da tutto il Polesine e dalle provincie limitrofe. Il connubio tra enogastronomia, abbigliamento ed oggettistica, provenienti da diverse parti del mondo, rappresenta una combinazione che in tutti questi anni si è dimostrata sempre vincente ed in grado di rispondere alla aspettative dei diversi visitatori, siano essi giovani, famiglie o anziani.

L’organizzazione di un simile evento rappresenta un notevole dispendio di tempo ed energie per Confcommercio Rovigo e Fiva in quanto, coordinare mediamente 130 commercianti ambulanti (precisamente 125 quest’anno), rappresenta una sfida impegnativa ma che, puntualmente, ci riserva grandi soddisfazioni.

Nonostante il sole battente di questo week-end, la partecipazione ad Euro Rovigo si è rivelata molto alta e perfettamente in linea con le aspettative basate sulle annate precedenti. Se proprio si vuole esternare una nota negativa è stato per noi un grande dispiacere non poter allestire un’esposizione floreale in Piazza Garibaldi, a causa di un grave guasto del camion dell’espositore in Austria. Siamo certi che il prossimo anno, grazie all’esperienza maturata, potremo superare le piccole difficoltà che si sono presentate, in un’ ottica di miglioramento continuo che dev’essere sempre alla base del nostro agire.

E’ sempre fonte di soddisfazione vedere il centro di Rovigo attraversato da questo spirito internazionale. In un periodo dove troppo spesso si sente parlare di muri è bello vedere come diverse culture possono reciprocamente arricchirsi condividendo ciò che le rende uniche e speciali agli occhi del mondo.

Ora che l’undicesimo Euro Rovigo è passato il pensiero di Confcommercio Rovigo e Fiva è già orientato verso il prossimo anno. Arricchiti da un’ulteriore esperienza possiamo guardare con fiducia al futuro consapevoli del fatto che, nonostante le molte fatiche che un simile evento richiede, vi sono le energie necessarie per offrire a tutti i nostri affezionati sostenitori un week-end all’insegna della gastronomia e del commercio provenienti da tutto il mondo.

Commenti

Commenti